Questa rubrica di aggiornamento sull’andamento del COVID19, torna on line dopo due settimane per svariati motivi. Uno fra tutti, quello di comprendere meglio l’evoluzione degli eventi sia di carattere scientifico-medico che prettamente politico-economici.

Nel momento in cui scrive questo post, nel nostro Paese, i decessi dovuti al Coronavirus sono all’incirca 15800. Un numero elevatissimo. Ma forse si è intrapresa  ( a livello statistico, almeno questo deduce l’Istituto Superiore della Sanita) la strada della “discesa”.

Nel frattempo le misure di isolamento e di contenimento varate dal Governo nazionale sono state estese fino al 13 aprile compreso. Dopo si valuterà se “allentare” le misure.

Nel dibattito politico italiano il tema della sostenibilità del sistema economico di un “lockdown” così esteso nel tempo è oramai da un paio di settimane di attualità. Ad aprire la riflessione all’interno della maggioranza politica che sostiene il Governo Conte, è stato l’ex Premier e leader di “Italia Viva”, il senatore Matteo Renzi, attraverso le colonne del quotidiano della conferenza episcopale italiana, “Avvenire”.

L’ex Presidente del Consiglio ha introdotto anche un concetto, quello della “mappatura” della immunizzazione o meno attraverso dei test sierologici da effettuare con un esame del sangue, che fino ad allora non era mai stata discussa.

Dopo la polemica ( a volte pretestuosa, duole dirlo, di antagonisti del leader fiorentino) su questa intervista, la quasi totalità del panorama parlamentare alla fine ha comunque assimilato questi temi. La comunità medico-scientifica è assai più prudente sui tempi.

L’esigenza di ritornare a far muovere l’economia italiana, è comunque evidente. Dopo il primo decreto legge di marzo che ha introdotto diverse misure a sostegno del reddito delle partite iva  e per i dipendenti, si attende ora il decreto legge che dovrebbe risolvere il problema della liquidità delle piccole e medie imprese.

Il ministro dell’economia Roberto Gualtieri sta lavorando ad un provvedimento che dovrebbe porre lo Stato italiano come garante al 100% per il mondo imprenditoriale fino ad 800mila euro per dei prestiti “sprint” fino a 25000 euro senza necessità di ulteriori istruttorie da parte delle Banche.

A livello internazionale, il virus miete vittime in tutto il mondo, ma finora i problemi maggiori si riscontrano nella vicina Spagna ( dove il sistema sanitario iberico sta per collassare) e negli Stati Uniti d’America ( dove invece non vi è proprio un Sistema sanitario nazionale pubblico ma solo un sistema basato sulle assicurazioni private) dove ci si attende dai 200mila ai 2 milioni di morti alla fine di questa prima epidemia.

Molto effetto ha fatto nel panorama della stampa italiana le dichiarazioni provenienti dal portavoce del Ministro della Difesa della Federazione Russa nei confronti del giornalista Iacopo Jacoboni a seguito di un suo articolo di inchiesta sulla possibile presenza all’interno del personale medico militare giunto da Mosca in Lombardia di agenti dei servizi segreti di Putin.

Il portavoce del ministro russo ha detto che il giornalista italiano ” si sta scavando la fossa da solo”. Una frase inaccettabile che lede la dignità nazionale.

L’appuntamento  è per la prossima settimana, quella di Pasqua.

Cogliamo l’occasione per farvi gli auguri anticipati di Buona Pasqua in questo drammatico momento.