Avete apprezzato WhatsApp perché non vi disturba con quella fastidiosa pubblicità che invece per anni ha caratterizzato la storia degli sms free e in generale delle chat?
Bene, allora, dovete fare un bel respiro, contare fino a 10 e prepararvi…Perché presto la “pacchia” potrebbe finire. Secondo diverse agenzie di stampa, l’applicazione di messaggistica istantanea usata da un miliardo di utenti su questo globo, è in procinto di modificare la sua strategia. Parlare di inserzioni pubblicitarie è però sbagliato. L’approccio è più raffinato e forse anche “digeribile” da coloro che hanno abbandonato gli sms tradizionali per passare a WA: si sta testando un canale di dialogo privilegiato sempre via chat che permetta agli utenti di stabilire un contatto con una serie di società, per la maggior parte startup, che fanno parte dell’Incubatore di Impresa, “Y Combinator”, che ha per l’appunto, “incubato” da “piccole” realtà affermate come Dropbox e AirBnb. Ovviamente, come tutti i cambiamenti aziendali di un certo livello tale notizia non è confermata ma neanche smentita, ma la “prova del 9” viene dalla Cowlar Inc., una startup che si occupa di realizzare collari per mucche che trasmettono valori biometrici dei bovini, che sta avvalendosi di questo canale di dialogo privilegiato coi propri clienti ( nel caso ci fossero problemi per la mucca) tramite WhatsApp.

Piacerà? Gli utenti di WA forse una soluzione del genere, che unisce l’utile al dilettevole e che magari su misura, gli permetta di dialogare con la propria banca, il proprio droghiere e la propria palestra, potrebbero accettarla…